Internet e il mondo delle app hanno modificato per sempre il nostro modo di rapportarci a ciò che ci circonda. Oggigiorno non c’è nulla che un’app, un sito web o un chatbot non possano fare per noi. Conseguentemente sembra che chi ha il desiderio di imparare l’inglese si trovi addirittura di fronte all’imbarazzo della scelta.

Sembra che 8 italiani su 10 ritengano di poter ricorrere alle app per imparare o migliorare il proprio inglese.

Cercando in rete è infatti possibile trovare veramente moltissime applicazioni e corsi online che promettono di insegnarci una lingua in modo efficace e permanente. Ma è davvero possibile imparare una lingua online o su smartphone? E inoltre: come possiamo valutare davvero i risultati raggiunti senza un rapporto diretto con insegnante che comprenda le nostre esigenze?

Vediamo insieme i pro e i contro di questo metodo.

App corsi online inglese

Quello che nessuna app può darti

Poca personalizzazione

Le applicazioni possono rivelarsi utili. Per esempio aiutandoci nella memorizzazione di vocaboli nuovi o nel ripasso di alcune regole grammaticali basilari. Tuttavia, imparare una lingua non è questo!

Imparare una lingua non è memorizzare né semplicemente interagire. Una lingua è un sistema vivo ricco di significati e sfumature che solo un insegnante umano può trasmetterci

Diffidate quindi delle promesse eccessive che vi vengono fatte: un corso di lingua, per essere efficace, deve essere personalizzato e deve strutturarsi in base alle nostre esigenze di apprendimento. E questo un’applicazione non è ancora in grado di farlo.

Leggi anche: 10 vantaggi che tuo figlio avrà con British School Group

Soli di fronte a uno schermo

Oltre a una classe davvero strutturata per livello e alla possibilità di testare man mano la vostra capacità di comunicazione, imparando insieme agli altri divertendovi, sentirete la mancanza di una guida in grado di mostrarvi l’utilizzo pratico della lingua; qualcuno capace di controllare mano a mano i vostri progressi e aiutarvi a migliorare la pronuncia; qualcuno che conosca i tempi e gli spazi necessari all’apprendimento di ognuno.

La mancanza di un insegnante: organizzazione e costanza nello studio

La possibilità di studiare con un insegnante appositamente selezionato, in grado di rispondere a qualsiasi dubbio e domanda, ma soprattutto capace di organizzare lo studio, è qualcosa nessuna app potrà mai offrire. Ciò che impariamo durante un corso in una scuola di inglese ci consente di esercitarci nella lingua giorno dopo giorno, livello per livello, insegnandoci a comunicare e ad affrontare tutte le situazioni della vita quotidiana.

App corsi inglese online funzionano davvero

Dall’app alla vita reale: il passo è lungo…

Affidarci solo ed esclusivamente alle app per imparare una lingua, inoltre, può farci sentire sopraffatti nel momento in cui si cercasse di utilizzare le competenze acquisite nella vita “reale”. Ci mancherebbe la preparazione adeguata a sostenere una conversazione, durante la quale è necessario ascoltare, pensare e formulare frasi nello stesso momento. Interagire con lo smartphone non sostituirà mai l’esperienza di imparare insieme ad altri la lingua!

Durante un’intervista al The Guardian, lo stesso Luis von Ahn, il fondatore di Duolingo, una delle più note communities online e app per l’apprendimento delle lingue, ha sottolineato che

“l’app non si avvicina lontanamente all’adattabilità di un insegnante umano, che riesce a capire se state esitando su qualcosa dalla semplice espressione del vostro viso. I professori apportano una dimensione umana all’insegnamento e noi non abbiamo ancora raggiunto questo livello. Ad essere onesti, ci vorrà moltissimo tempo prima di poter sostituire un insegnante in carne e ossa”.

App per l’apprendimento dell’inglese: perché no

App e corsi online possono quindi sostituire un vero corso di inglese? La nostra risposta è no, per una serie di motivi molto chiari.

Impossibilità di una vera personalizzazione del corso

  • Apprendimento e insegnamento non sono personalizzati, come avviene in tutte le sedi British School Group;
  • Le competenze apprese online o tramite applicazione sono spesso decontestualizzate e basilari;
  • È molto più facile dimenticare ciò che si è imparato, soprattutto se non ci si applica con costanza;
  • Non esiste la possibilità di esercitarsi con persone al proprio livello, passo dopo passo, cosa che un corso di inglese organizzato per livelli, come quello di British School Group, può invece darvi;

Come verificare i risultati e progredire veramente?

  • Verificare i risultati non è certo uno scherzo! L’unico a poterlo fare è un vero docente madrelingua, qualificato, selezionato e con anni di esperienza, in grado di comprendere il vostro punto di partenza, il vostro punto di arrivo e il percorso che dovrete svolgere per raggiungerlo;
  • Non è possibile testare veramente la pronuncia e la capacità di comunicare, commisurandosi con i diversi accenti e contesti;
  • Nessuno può chiarire i dubbi che sorgono studiando cose nuove, cosa che spesso porta a conclusioni errate e al loro consolidamento;

Spazi, tempi e metodo sono importanti

  • Spesso non si rispettano le tempistiche adatte allo studio di una lingua e si passa troppo facilmente da un argomento all’altro, senza aver davvero dedicato il tempo necessario al loro apprendimento;
  • Un corso presenziale, al contrario, vi costringerà – divertendovi e rilassandovi al tempo stesso – a dedicare del tempo esclusivamente all’apprendimento dell’inglese;
  • Lo smartphone puoi portarlo dove vuoi… ma non tutti i luoghi e gli spazi sono adatti allo studio: perdere la concentrazione è molto più facile!
  • È un metodo antisociale, che spesso fa perdere di vista il motivo per il quale si studia una lingua: comunicare. Un corso di inglese è invece una bellissima occasione per conoscere persone nuove e per socializzare, come confermano migliaia di studenti British School Group ogni anno!
  • Una app non potrà mai garantirti un metodo didattico garantito;
  • Ma soprattutto, nessuna applicazione e nessun corso online potranno mai prepararci alla certificazione!

Passiamo ore della nostra vita in solitudine davanti a un computer o uno smartphone. Perché trasformare in questo anche l’esperienza di un corso di inglese?

Leggi anche: la guida alla certificazione Cambridge Assessment di British School Group

App e corsi di inglese online: come renderli utili davvero

Nonostante questo va sottolineato che anche le app possono rivelarsi uno strumento utile al ripasso e all’esercizio. Se accompagnate a un vero corso d’inglese, vi permetteranno infatti di mettere alla prova ciò che sapete, ripassare e memorizzare nuovi vocaboli ovunque vi troviate: in autobus, in metro o alla stazione. I tempi morti si potrebbero così trasformare in una preziosa fonte di apprendimento, durante i quali esercitare e integrare le conoscenze che già si possiedono. Ecco quindi perché utilizzarle in questo senso:

  • Sono spesso divertenti, dato che trasformano lo studio della lingua in un gioco;
  • Le notifiche push ci avvertono quando sta passando troppo tempo dall’ultima volta che ci siamo esercitati;
  • Le classifiche (che però sono presenti solo in alcune app) ci incoraggiano a confrontarci con i nostri amici e gli altri utenti;
  • Ci permettono di esercitarci spesso, quotidianamente, ovunque e in qualunque momento, senza portarci dietro libri o quaderni;
  • Offrono l’occasione di ripassare vocaboli e regole grammaticali che non ricordiamo.

Quali sono i corsi online e le app da utilizzare per ripasso e esercizio? 5 suggerimenti

Inutile provare a orientarsi da soli nelle infinite proposte che internet e gli store offrono: il risultato sarebbe quello di scaricarne 10 tutte insieme, provarle tutte per qualche minuto e lasciarle lì, oppure disinstallarle senza aver raggiunto il nostro obiettivo. Quante volte vi sarà capitato?

Meglio restringere subito il campo e vedere insieme quella che fa al caso vostro. Ecco allora i nostri consigli e le 5 app più valide per migliorare l’inglese!

  • Babbel

    babbel

    Con Babbel si può studiare da PC, tablet e smartphone ed è possibile scegliere tra vari livelli, anche per chi parte da zero. Le lezioni sono molto brevi, durano pochi minuti e includono un breve ripasso dei vocaboli. In ogni lezione si ascoltano delle parole da imparare a scrivere correttamente attraverso lo svolgimento di alcuni esercizi. Anche nel caso di spiegazioni grammaticali, per tenere viva l’attenzione, vengono proposte domande e piccoli test. I corsi a disposizione sono molti e Babbel monitora costantemente l’apprendimento dell’utente, personalizzando così le lezioni di ripasso. Babbel offre gratuitamente solo la prima lezione, dopodiché il prezzo varia in base alla durata della sottoscrizione (dai 9,95 euro mensili ai 59,40 euro annuali). È possibile utilizzarlo anche offline.

  • Aba English

    aba english

    ABA English ti permette di familiarizzare con l’inglese grazie ai dialoghi di piccoli cortometraggi basati su situazioni di vita reale e a un metodo di apprendimento graduale e senza troppi sforzi. Il corso completo di ABA English è costituito da 144 unità di apprendimento suddivise in 6 livelli da 24 unità. Ogni unità è composta da 7 sezioni e una verifica, per fissare le regole e i vocaboli appresi. Si comincia con un breve film sottotitolato in inglese, per poi fare alcuni esercizi (Parla, scrivi, vocabolario, ) e infine una verifica, a cui è possibile accedere solo dopo aver completato al 100% l’intera unità. L’app di ABA English (Free) può essere scaricata gratuitamente e dà accesso alla prima unità completa di ognuno dei 6 livelli. Per sbloccare tutte le unità del corso completo è tuttavia necessario acquistare una versione a pagamento.

  • Memrise

    Memrise Learn Languages

    La particolarità di Memrise è quella di concentrarsi prevalentemente sulla memoria visiva. Non adatto a tutti, quindi. Gli utenti devono associare, attraverso degli esercizi, le immagini alle parole. In questo modo, l’apprendimento è piuttosto veloce e divertente. Con Memrise si possono imparare fino a 40 parole all’ora e, per migliorare la comprensione orale e la pronuncia, le registrazioni sono eseguite da un madrelingua. L’app è gratuita, ma prevede una versione Pro che consente di utilizzarla anche offline e di accedere subito ad alcune particolari modalità di apprendimento.

  • Duolinguo

    Duolingo
    Duolinguo è gratuita e ben strutturata. È possibile impostare un risultato giornaliero da e l’app vi guiderà attraverso le unità didattiche, composte da lessico e grammatica. Inoltre, se vedete che l’unità che state affrontando è troppo semplice, potete dare subito l’esame per passare a quelle successive. Duolingo si basa su livelli di apprendimento e test dove guadagnare punti abilità e confrontare i progressi con le altre persone. Per rendere più divertente lo studio, infatti, l’utente deve completare gli esercizi cercando di non commettere errori al fine di ottenere il punteggio più alto e poter sbloccare i livelli successivi.

  • Busuu

    Busuu

    Come tutte le altre, anche Busuu è sia una app che un corso online. La differenza sta nel fatto che si tratta, in realtà, di un vero e proprio social network delle lingue. Le lezioni vanno da principiante ad avanzato, e Busuu offre moltissimi argomenti, parole e frasi da imparare. L’app inoltre ti fa ascoltare la pronuncia corretta di frasi e dialoghi, ma non ti permette di interagire e di ricevere un feedback sulla tua pronuncia.

    L’aspetto più interessante di Busuu è la sezione Aiuta altri utenti, dove mettere a disposizione la tua conoscenza delle lingue correggendo gli esercizi di altre persone: in cambio del tuo aiuto altri utenti correggeranno i tuoi esercizi. Anche Busuu è però un’app a pagamento: è possibile utilizzarla gratis, ma non accedendo a tutte le unità. Solamente la prima lezione è intera, ma per poter continuare è necessario acquistare un abbonamento (9,99 euro al mese o meno, scegliendo i pacchetti semestrali o annuali).

E nel frattempo perché non fate un tuffo virtuale in una delle nostre sedi? Ecco Tom, uno dei nostri docenti. Siamo certi che la sua simpatia e la sua bravura vi conquisteranno!